amalfi

Amalfi è il cuore della Costiera ed è proprio questa città ad averle dato il nome di Costiera Amalfitana. Antica repubblica marinara insieme a Pisa, Venezia e Genova. La città di Amalfi sembra quasi dipinta, con una macchia di casette bianche sospese sul mare, collegate da vicoli, stradine e scalinate. E’ un luogo che custodisce una storia millenaria, meta perfetta per chi ama il mare e per gli appassionati di architettura e arte. Sono molti infatti i monumenti e le cose da vedere durante una vacanza ad Amalfi.

amalfi

Guida di Amalfi: I luoghi da non perdere

Ecco i luoghi da non perdere se trascorrete un week end in questa magnifica cittadina della Costiera Amalfitana.

Il Duomo di Amalfi, la Basilica di Sant’Andrea 

  • Il Duomo è il monumento simbolo della città. Fu edificato nel XI secolo in onore del Santo patrono. Perla dell’architettura romanica, domina al centro della Piazza principale con  la sua famosa scalinata.
    A rendere questo edificio ancora più imponente è il campanile romanico del 1270 e la facciata a mosaico di diverse geometrie e colori.
  • La Basilica del SS. Crocifisso è l’elemento più antico del Duomo. Fu eretta nell’Alto Medioevo e accanto vi sorse l’attuale Cattedrale. Fu dedicata all’Assunta, antica protettrice di Amalfi. Sono conservate opere risalenti al periodo gotico, sarcofagi romani e resti di affreschi del 200. Da ammirare le antiche colonne della struttura originaria e due piccole cappelle affrescate con scene sacre e Santi.
  • Il Chiostro del Paradiso è accessibile dal lato sinistro del portico. E’ un raro angolo d’oriente nel sud dell’Italia. Edificato nel 1200 fu destinato a cimitero dei nobili amalfitani. Di stile arabo, conserva all’interno urne, capitelli, lapidi di epoca romana e sei cappelline affrescate con pitture del 300.
  • Elemento prezioso del Duomo è la Cripta, che custodisce le spoglie di Sant’Andrea, protettore della città.

Amalfi Costiera Amalfitana

 Altre attrazioni di Amalfi:

  • Da ammirare anche il Centro Storico. La città ha mantenuto l’antico impianto medievale, soprattutto il centro storico, con le scalinate, i palazzi medievali, le antiche chiese e cappelle.
  • Caratteristiche anche le Torri che servivano per difendere le popolazioni amalfitane dagli attacchi nemici. (Torre di Vettica, Torre di San Francesco, Torre dello Ziro).
  • Gli antichi arsenali della Repubblica Marinara usati per la costruzione delle navi da guerra. Si tratta dell’unico esempio di arsenale medievale nel sud Italia.
  • Il Museo della Carta a mano si trova in un’antica Cartiera di Amalfi.  Gli amalfitani furono i primi in Europa a fabbricare la carta nel XIII secolo e il Museo offre la possibilità di ammirare le tecniche e gli antichi macchinari usati dagli artigiani per produrre la carta.
  • Il Museo Civico che conserva le famose Tavole Amalfitane, il Codice Marittimo di Amalfi. Si tratta del primo testo di diritto della navigazione.
  • La Riserva Naturale Valle delle Ferriere. Qui sono presenti i ruderi di antiche ferriere medievali, caratterizzata da un ambiente naturale che ha consentito la sopravvivenza di alcune piante molto rare. Posto unico al mondo con spettacolari cascate e percorsi d’acqua.